certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals - certificato di agibilità inps ed enpals in tempo reale soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps certificato di agibilità enpals e certificato di agibilità inps soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals > soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals

soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals - certificato di agibilità inps ed enpals in tempo reale

Vai ai contenuti

Menu principale:

soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals

Il  Certificato di agibilità per lavorare come musicista…… ecco chi è  ESENTATO

CIRCOLARE N.2 DEL 30/01/2008

Con questa circolare l'E.N.P.A.L.S. ha comunicato quali sono i soggetti esonerati dalla richiesta del certificato di agibilita':

e' importante pero' sottolineare che tale circolare si applica ai soggetti che effettuano esibizioni musicali dal vivo in spettacoli, in manifestazioni di intrattenimento e nell ambito di celebrazioni di tradizioni popolari e folkloristiche, si sottolinea che il predetto regime di esenzione opera per la parte di retribuzione annua lorda, percepita, per le esibizioni di cui sopra, che non superi l importo di 5.000,00 euro. Pertanto, qualora si verifichi, nel corso dell anno solare, il superamento di tale limite reddituale, i rispettivi datori di lavoro o committenti saranno tenuti, per la quota di retribuzione eccedente il predetto limite di 5.000,00 euro, all adempimento degli obblighi previsti dalle norme ordinarie e piu' specificatamente
sono esenti  dagli adempimenti informativi e contributivi solo  alcune tipologie di lavoratori che effettuano esibizioni musicali in spettacoli di intrattenimento.

In particolare, il regime di esenzione introdotto dall’art. 1, comma 188, legge n. 296/2006 e successivamente modificato dalla legge n. 222/2007, prevede l’esenzione dal versamento della contribuzione previdenziale e dalla richiesta del certificato di agibilità, per le esibizioni musicali dal vivo in spettacoli, in manifestazioni di intrattenimento e nell’ambito di celebrazioni di tradizioni popolari e folkloristiche effettuate da categorie di soggetti appositamente individuate, la cui retribuzione annua lorda non superi € 5000,00.
Le tipologie di lavoratori a cui è rivolta l’esenzione sono le seguenti:
Giovani fino a 18 anni;
Studenti di scuola media superiore, ovvero iscritti ai corsi di laurea triennale e quinquennale dell’ordinamento scolastico e universitario nazionale, nonché iscritti in istituti stranieri che rilascino titoli equipollenti a quelli rilasciati degli istituti italiani fino a 25 anni di età;
Pensionati, anche di altre gestioni, di età superiore a 65 anni;
Coloro che svolgono un’attività lavorativa, contemporanea a quella soggetta a Enpals, per la quale sono già tenuti al versamento contributivo ai fini della previdenza obbligatoria ad altra gestione.
In relazione al requisito reddituale è opportuno precisare inoltre, che il predetto regime di esenzione opera sempreché i compensi annui lordi percepiti dai lavoratori dello spettacolo non superino 5000,00. Euro.
Si ricorda inoltre che:
– che l’autocertificazione ha valenza ai fini penali per il soggetto che la sottoscrive;
– che all’interno di essa vanno riportati i dati del datore di lavoro principale (gestione diversa da quella per i lavoratori dello spettacolo) oltre che i dati aggiornati del lavoratore;
– che va sempre  allegata una copia di un documento di riconoscimento valido;
– che tale procedura è obbligatoria per le prestazioni retribuite (assoggettando ad Irpef l’intero importo percepito/fatturato) e non;
– che va consegnata l’originale al datore di lavoro committente (settore spettacolo) e che il/la lavoratore/rice dovrà conservarsene una copia di ogni diverso datore di lavoro committente e per ogni anno solare. Si fa presente, in questo particolare caso, che Il superamento del limite dei 5.000,00 euro lordi  nel corso dell’anno obbliga poi  i datori di lavoro o committenti, per la quota di retribuzione eccedente il predetto limite, a effettuare tutti gli adempimenti informativi e contributivi nei confronti dell’Enpals.
IN PILLOLE:
Ricordatevi di compilare sempre l’autocertificazione, se doveste trovarvi in uno di questi casi di esenzione. Compilatene  una per ogni concerto  con la consapevolezza che eventuali false dichiarazioni potrebbero essere punite severamente.
Se non vi ritrovate nelle categorie sopra riportate e siete incerti di essere esenti o meno dal certificato di  Agibilità,  non  rischiate sottovalutando l’argomento,  ma rivolgetevi ad una delle tante cooperative di servizi fiscali per musicisti presenti ormai quasi ovunque sul territorio o  ad un   serio e preparato commercialista.  Il fai da te a volte può costare caro!


Torna ai contenuti | Torna al menu soggetti esonerati dal certificato di agibilità enpals